Che anno, quel 2020!

Siamo arrivati, alla fine. Il 2020, è finalmente finito. L’anno che ricorderemo per sempre, che segnerà inevitabilmente un prima e un dopo. L’anno che racconteremo, se saremo, fortunati, ai nostri nipoti, come i nostri nonni raccontavano a noi degli anni della grande guerra. Abbiamo dovuto metterci alla prova contro un nemico invisibile, subdolo e infame, abbiamo dovuto prendere misure drastiche che nessuno di noi immaginava e che credevamo ormai legate ad un passato ormai lontano. Poteva, anzi, doveva essere l’occasione per far fare alla società degli uomini un salto in avanti, sia pure a fronte di un prezzo altissimo che abbiamo dovuto pagare. Invece così non è stato, almeno fino ad ora. La società degli uomini si è dimostrata litigiosa, frammentata, incapace di andare con decisione nella direzione della lotta al virus. Incapacità, ignoranza, disinformazione governano il mondo. Solo la ricerca scientifica è andata avanti, a testa bassa, per cercare una soluzione, fino ad arrivare ai vaccini che hanno iniziato ad essere somministrati in questi giorni.
Da domani non cambierà niente, come ha scritto qualcuno, perché i giorni si susseguono senza soluzione di continuità, i problemi di ieri saranno ancora lì domani e continueremo a dover lottare per risolverli. La tecnologia probabilmente ci metterà a disposizione nuovi e potenti strumenti per migliorare la nostra vita, ma senza una paritetica crescita dell’essere umano le cose non andranno meglio, anzi. Speriamo che il 2021 sia l’anno in cui sconfiggeremo il Covid-19, ma anche quello in cui inizieremo a combattere seriamente l’ignoranza, l’analfabetismo funzionale, la sistematica uccisione della conoscenza e del sapere, perché mai come nel 2020 abbiamo capito quanto essa sia importante.
Un abbraccio di cuore a tutti coloro a cui il virus ha portato via affetti, amori, sogni, illusioni.
Un grazie di cuore a tutti coloro che si sono prodigati per mandare avanti questo nostro mondo contro tutto e tutti, dal personale sanitario fino a chi ci ha consegnato a casa le cose che una volta andavamo a comprarci da soli.
Buon 2021 a tutti, vi auguro che i vostri sogni diventino realtà.

Poi seguirmi anche qua:
Condividi questo post

Lascia un commento